L’apparecchio THERMO PLUS sfrutta il sistema di Emettitore Capacitivo Monopolare, studiato per soddisfare le elevate esigenze dei centri estetici professionali, è facile ed intuitivo da utilizzare e permette di ottenere eccezionali risultati di anti-aging sia sul viso sia sul corpo.
Il display grafico LCD retroilluminato offre un facile accesso alle varie applicazioni impostabili, l’interfaccia ad icone e le animazioni grafiche guidano l’operatore passo-passo semplificando ulteriormente la facile procedura di programmazione.

Il collagene è la proteina principale dei tessuti connettivi e costituisce il 25% della massa totale. E’ una delle strutture di fibre più lunghe delle proteine. E’ resistente e forte, possiede una grande capacità di allungarsi e di tornare nel suo stato originale, è l’ingrediente principale della cartilagine, dei legamenti, dei tendini. La sua degradazione o rinnovo insufficiente si manifesta con la comparsa delle prime rughe e successivamente con una progressiva perdita di tonicità cutanea e contribuisce all’invecchiamento della persona; già dai vent’anni subisce un processo di usura fisiologico.

Nei trattamenti THERMO PLUS si genera un campo elettromagnetico con frequenza di 420KHz (per trattamenti viso) e di 405KHz (per trattamenti corpo), penetra nell’epidermide, nel derma e nell’ipoderma grazie all’ausilio di appositi accessori generando un aumento localizzato della temperatura e del metabolismo basale così da intensificare l’afflusso di sangue nella zona sollecitata (Diatermia endogena).

Il calore generato provoca un aumento dell’irrorazione sanguigna e dei processi metabolici stimolando la sintesi del collagene, la vasodilatazione, l’aumento della quantità di ossigeno trasportata ai tessuti e di conseguenza la rimozione dei prodotti di rifiuto.
La denaturazione conseguente all’aumento di temperatura comporta un’immediata nuova “tensione” delle fibre, con un effetto di contrazione e distensione che ne rimette in moto l’elasticità originaria, oltre a “costringere” i tessuti alla produzione di nuovo collagene in sostituzione di quello vecchio e deteriorato, di elastina e acido ialuronico agevolando l’aumento della densità dermica che migliora l’aspetto della cute rilassata.
Il risultato è, dunque, quello di un vero e proprio “effetto lifting” non invasivo poiché agisce su fattori naturali tonificando la pelle ridonandole elasticità e lucentezza ottenendo, in tempi brevi, l’appianamento delle rughe, il ringiovanimento del viso e il rassodamento dei tessuti del corpo.
Il trattamento si rivela efficace, oltre ad alleviare i danni derivanti dall’invecchiamento, anche per specifiche situazioni di danno arrecato alla pelle da eventi traumatici (esempio cicatrici).
Non ci sono limiti di utilizzo o in termini di “attesa” di risultati, anche se è provato che gli effetti migliori del trattamento si hanno su pelli di soggetti fra i 35 e i 60 anni e con un grado di “rilassamento” cutaneo basso o moderato.
Sebbene i risultati siano evidenti fin dalle prime sedute si raccomanda di prevedere un ciclo di 5/6 trattamenti con cadenza settimanale e, successivamente, trattamenti di mantenimento a cadenza mensile.

I principali effetti di THERMO PLUS

Effetto lifting:
si ottiene grazie alla contrazione del collagene ai diversi livelli di profondità; il riscaldamento va ad agire direttamente sul collagene provocando una denaturalizzazione di quest’ultimo: fino al 30% delle fibre si accorciano rigonfiandosi, ottenendo come risultato il rimodellamento della zona trattata
Ossigenazione cellulare:
già ad un livello basso di intensità emessa, si ha un effetto di ossigenazione causato dall’aumento del metabolismo cellulare con conseguente miglioramento dell’efficienza del microcircolo
Drenaggio:
grazie all’effetto di vascolarizzazione è possibile ottenere degli ottimi risultati sugli accumuli causati dalla ritenzione idrica; successivamente, grazie anche al ritrovato equilibrio della membrana cellulare, è possibile dare stabilità a tale effetto
Tonificazione tissutale e muscolare:
risultati immediati (già dalla prima applicazione) sono visibili sulle pelli sottili piuttosto che su soggetti con la pelle spessa, ma bisogna considerare che il miglioramento avviene anche dopo che il trattamento è terminato e nei giorni a seguire

 

 
 

E’ un macchinario che lavora sulla circolazione linfatica e sanguigna e viene programmato in funzione del ristagno circolatorio dando un imput.
Il sistema, gestito da un microprocessore, consente la scelta tra una varietà di cicli di trattamento preimpostati o completamente programmabili. E’ infatti possibile creare dei programmi personalizzati in quanto possiede un misuratore della pressione per utilizzare la funzione più giusta per ogni cliente.
E’ strutturato con dei gambali, ventriera, fasce per le braccia che vengono applicati al corpo e gonfiati in sequenza per ridurre alcuni inestetismi come cellulite sclerotica o edematosa (caviglia gonfia, tessuto molle), infatti dando una spinta circolatoria arteriosa e venosa vengono tolti i liquidi in eccesso.
Insieme alle fasce si possono applicare anche dei bendaggi, fanghi o massaggi drenanti o riducenti.
L’azione è quella di rimuovere le stasi venose e linfatiche e il movimento produce una scarica che libera i linfonodi, partendo dal piede sale alle gambe superiori, cavità inguinali e addome per poi riscendere alla coscia gambe e piede.

CARATTERISTICHE TECNICHE

  • È un’apparecchiatura pneumatica adatta al trattamento degli arti inferiori e superiori.
  • La macchina è un semplice erogatore di aria sequenziale e tale erogazione è gestita da un microprocessore che sceglie la zona da trattare in base a programmi di linfodrenaggio preimpostati. L’aria tramite dei tubi cablati raggiunge gli accessori montati sul cliente (piede, gambale, pressoinguinali, ventriera, braccia).
  • La qualità degli accessori è determinante per l’efficacia del trattamento.
  • Vent’anni fa il pressomassaggiatore aveva come accessori dei segmenti staccati tra loro che sequenzialmente si gonfiavano e questo portava ad una stasi linfatica tra un segmento e l’altro.
  • I nuovi gambali sono costruiti con camere d’aria sovrapposte che non consentono spazi con ristagni.

EFFETTI BIOLOGICI

  • Il pressomassaggiatore è il trattamento più idoneo nei confronti di stasi linfatiche, edemi, cellulite, alterazioni del microcircolo, tonificazioni muscolari, ecc.
  • Si utilizza in tutte quelle situazioni in cui è indicato un massaggio, rimane però più efficace a livello biologico perché trattiamo gli arti contemporaneamente e in modo omogeneo su tutta la superficie circolare dell’arto stesso

 

 
 

Ultima generazione nell’ambito delle Sculture corporee, funziona erogando micro corrente alternata e lavora principalmente tutta la muscolatura contemporaneamente trasmettendo un notevole beneficio a liquidi e circolazione linfatica . La cliente indossa una comoda tuta personale, l’effetto è gradevole e decontraente, i risultati sono unici e durevoli.

CARATTERISTICHE TECNICHE

  • È un’apparecchiatura che sfrutta la corrente elettrica per stimolare la contrazione muscolare.
  • Oggi un moderno elettrostimolatore contiene al suo interno tutte le correnti che possono essere utili in estetica (50 tipi diversi). È generalmente dotato di 10 uscite per 20 contatti, tutte le uscite devono essere controllate singolarmente in intensità.
  • L’ultima generazione di elettrostimolatori per ogni programma scelto elabora automaticamente sei/otto modulazioni di frequenza.

EFFETTI BIOLOGICI

  • La contrazione muscolare in assenza di peso è il miglior modo per tenere attiva la propria muscolatura; in un istituto di estetica alcune problematiche posturali sono legati ad una debolezza muscolare, in questo caso l’elettrostimolatore è insostituibile.
  • Le diete aproteiche portano il nostro corpo a nutrirsi delle muscolature più grandi, la ptosi del grande gluteo è un inestetismo molto diffuso in ambito femminile e i trattamenti in cabina con le correnti adatte possono restituire armonia al corpo.
  • Il montaggio a Scultura modella e riduce, rassoda e tonifica, trasformando il trattamento di elettrostimolazione in un essenziale alleato nel Metodo MME

 

 
 

Gli Erogatori di ossigeno sono concentratori di ossigeno muniti di manipoli per il trattamento del viso e del corpo.
La diminuzione della densità del derma con l’età è conseguente alla riduzione della produzione di collagene e di elastina: l’aumento della diffusione di ossigeno nei tessuti e nel sangue, ne compensa la perdita. L’ossigeno accresce l’assorbimento dei principi attivi cosmetici e ne esalta l’attività.
La perfusione cutanea di cosmetici attivi arricchiti dall’ossigeno, metodica delicata e piacevole, consente risultati simili a quelli ottenibili con pratiche invasive: iniezioni, peeling aggressivi, ecc.
Il viso appare subito ringiovanito: i contorni del viso ridefiniti, le piccole rughe
d’espressione distese, la pelle liscia e ridensificata; il corpo ritrova in breve tempo l’armonia della silhouette: accumuli adiposi e pelle a buccia d’arancia si riducono notevolmente.